blog

DIARIO DI VIAGGIO: HONG KONG, il rispetto

Mi sono spesso chiesto perché molti asiatici indossino le mascherine nella loro vita quotidiana, in momenti e luoghi nei quali, apparentemente non ci trovavo alcuna giustificazione.

Ho posto la domanda ad una donna di Hong Kong che la indossava, mi ha risposto che in quei giorni stava poco bene e quella mascherina aveva la funzione di non nuocere al prossimo.

Ancora in sintonia con il rispetto reciproco, si formano code ordinate, in maniera naturale, ai lati delle porte di accesso ai treni delle metro, la gente si dispone a partire dalle più distanti laterali per lasciare le centrali, più vicine ai collegamenti, per chi arriverà per ultimo.

Atmosfera di quiete

L’ atmosfera di rispetto reciproco e calma che si respira in questa città è una parentesi di quiete rassicurante, nonostante Hong Kong sia una metropoli pulsante, le persone mantengono calma e cortesia.

Mi piace questa abbondanza di rispetto per gli altri, che è anche rispetto per se’ stessi. Che sia questo uno dei motivi per i quali gli orientali si stanno imponendo nel mondo?

Storia e modernità in equilibrio

Questa domanda resta nell’aria, un po’ sospesa, ma poi mi coglie una risposta che pare abbia senso: i popoli orientali, la Cina, in particolare, snocciolano secoli di storia dove uomini di grande valore hanno fronteggiato con coraggio uomini veramente infimi. In egual misura, pare, un po’ come se il sole e la luna fossero rappresentati nella vita di tutti i giorni e ne governino l’equilibrio.

Il rispetto che gli Orientali hanno per gli altri, parte da dentro, e questo si sente, perché, ”se sto bene io e mi rispetto, rispettando gli altri, loro faranno altrettanto con me”.

La risposta ai perchè

Loro non si chiedono perché alcuni non hanno questo rispetto, ci pensa la polizia: prova a sputare per terra ad Hong Kong, a Taiwan, a Singapore, per citare alcune città tra le piu’ diverse, orientali ma non cinesi, probabilmente pagherai una multa di 1000 dollari oppure farai una settimana di carcere.

Come in Europa…

Simone per WordUpCommunication

Giornalista pubblicista, Digital Marketer. Scrivere è sempre stata una passione, diventata una professione. Da sempre la appassionata di Comunicazione nelle sue forme piu' ardite, ho lavorato in agenzie americane imparando quanto è importante rendere un prodotto o un'azienda indispensabili per il pubblico Specializzata in PMI, nel creare personaggi e vestire prodotti, penso che l'Imprenditore e le Imprese debbano raccontare chi sono e che cosa fanno. Devono rendersi interessanti...in modo non convenzionale. Come? seguici....Concetta